Lingua Inglese: la metodologia delle tre P

Tell me and I forget,
Teach me and I may remember,
Involve me and I learn. (B. Franklin)

Dimmi e dimenticherò

Insegnami e forse ricorderò,

Coinvolgimi e imparerò.

È con questo spirito che l’Istituto Santa Chiara coinvolge i suoi alunni nella scoperta di una nuova lingua e cultura.
Imparare l’inglese non è solo lo studio di regole grammaticali, di liste di vocaboli, ma è la gioia di entrare in contatto con un nuovo mondo di suoni, parole, azioni, usi e costumi.


Per questo motivo alle tradizionali lezioni in aula, seduti nei banchi, circondati da libri e matite, si affiancano le interattive lezioni in laboratorio.

Il laboratorio di inglese diventa così il luogo magico dove la lingua prende vita, dove le regole grammaticali e i vocaboli si trasformano in strutture linguistiche vive da applicare in contesti situazionali concreti e
reali.

I muri fisici si abbattono per viaggiare nel mondo anglosassone, immaginare di essere trasportati in vari luoghi, nei quali vivere e condividere con i compagni un’esperienza di vita quotidiana in lingua inglese, diventandone protagonisti.


Seguendo la metodologia delle tre P (Presentation, Practice, Production), vengono create così proposte didattiche che mirano all’apprendimento attivo dell’inglese. Attraverso l’utilizzo di materiali autentici, canzoni, filmati, fumetti, posters, flashcards e tecnologie informatiche si creano percorsi per sviluppare le quattro abilità (leggere, parlare, ascoltare, scrivere) secondo i parametri del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Straniere.

A ciò si unisce un approccio ludico che indebolisce le resistenze
emotive verso la lingua straniera, stimola la spontaneità e la creatività degli alunni facilitando lo scambio e la comunicazione.


Imparare è divertente… imparare una lingua straniera lo è ancora di più!

A cura del Collegio Docenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.